Soccorso Verde


La peonia arborea.
aprile 25, 2010, 5:17 pm
Archiviato in: specie, tecniche | Tag: , , , ,

Tra i tanti arbusti fioriti in questi giorni spiccano le peonie arboree, altrimenti dette moutan. Si tratta di cultivar derivanti da poche specie di origine cinese che,

una cultivar a fiore doppio.

diversamente dalle peonie erbacee a cui siamo abituati, crescono con forma arbustiva e tronco legnoso. Le cultivar più grandi possono raggiungere quasi due metri di altezza ma sono comunque di crescita lenta.

La peonia arborea è un arbusto di grande eleganza e di facile coltivazione. Ha foglie composte di colore verde tendente all’azzurro, rami ben strutturati che ricordano i piani di una pagoda cinese e fiori stupendi. Purtroppo non è rifiorente e offre una sola trionfale fioritura in primavera, quando le foglie non sono ancora cresciute. I fiori possono essere semplici, doppi o stradoppi. Ci sono varietà a fiore bianco, rosa, rosso, lilla e giallo. Bellissime sono anche quelle con petali sfumati o screziati. Le varietà a fiore rosa sono le più forti ma anche le altre non danno problemi.

Coltivare queste piante è semplice. Si adattano a qualsiasi terreno anche s preferiscono un substrato fresco e ricco. Se avete un terreno povero di sostanze arricchitelo con del buon concime organico (compost, letame o stallatico). Si devono piantare in pieno sole nei nostri climi tranne forse nelle zone più a sud della penisola dove la mezz’ombra le protegge dall’eccessiva calura estiva.

Il periodo migliore per piantare le peonie va da ottobre a febbraio. Questo vale soprattutto per le piante a radice nuda. Se la vostra pianta è in vaso e ha una buona zolla di terra ben formata potete impiantarla quando volete. Attenzione! Spesso le peonie arboree sono riprodotte tramite innesto su radice di peonia erbacea. Non si tratta di una tecnica molto positiva a mio parere ma la si usa per la difficoltà a riprodurle in altro modo. Se comprate una piantina piccola innestata in questo modo interrate almeno una decina di centimetri del fusto legnoso in modo che possa emettere radici sue. In questo modo eviterete la possibilità di futuro rigetto dell’innesto che porterebbe alla morte della pianta.

Riprodurre le peonie arboree non è impresa semplice. Si può praticare la divisione. Basta prendere una pianta e dividerla in tre o quattro parti tutte dotate di radici.

Paeonia rockii.

Questo metodo funziona egregiamente ma non produce un gran numero di esemplari. Anche la propaggine e la margotta funzionano. Nel primo caso si interra un ramo scalfendolo nella parte interrata. Nel secondo si mette del terriccio sul ramo, racchiuso in un sacchetto. Anche questi metodi non permettono una grande produzione. La talea, metodo più semplice e veloce, è impraticabile. La peonia non emette radici da talea. sui manuali si parla di talee di peonia radicate ma solo in caso si tratti di piante a fiore rosa. La percentuale di attecchimento è comunque bassissima e la pratica richiede mezzi professionali.

Il metodo più utilizzato dai professionisti è l’innesto su radice di erbacea. Si prende una porzione di radice di peonia erbacea, si pratica un’incisione e ci infila un rametto di peonia arborea. Si pratica alla fine dell’inverno, quando le gemme non sono ancora dischiuse. In questo modo si ottengono molte piante che fioriscono subito. L’innesto però

Paeonia lutea.

può subire un rigetto anche dopo anni. La pianta va quindi piantata in piena terra come spiegavo precedentemente in modo che sviluppi radici sue.

La riproduzione da seme è un’altra via difficoltosa. Il seme di peonia ha un tegumento molto spesso che lo ricopre. Questo va inciso prima della semina altrimenti il seme impiegherà due anni a germinare. Una volta ottenute le piantine si dovranno attendere dagli otto ai dieci anni prima di vedere in fiori. Ricordiamo inoltre che le piante ottenute da seme non sono identiche alla madre e quindi la fioritura potrebbe essere deludente. A voi decidere se tentare…

About these ads

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: