Soccorso Verde


La Salvia in cucina.
gennaio 11, 2011, 11:04 am
Filed under: utilizzi vari | Tag: , ,

Quando si parla del’uso alimentare della Salvia, si intende parlare delle foglie di Salvia officinalis. Non ho mai visto usare altre specie a tal scopo anche se ho sentito che qualcuno usa la Salvia elegans Scarlet pineapple (salvia ananas) in macedonie e gelati.

La salvia viene usata da secoli per cucinare e gli usi sono veramente i più disparati. Il suo aroma si presta a insaporire carni, primi piatti e perfino dolci.

Vediamo qualche ricetta.

Tortellini al burro e salvia.

Fate bollire una pentola d’acqua con un po’ di sale (poco mi raccomando sennò vi va su la pressione) e appena giunge ad ebollizione buttate i tortellini. Vanno bene sia tortellini di carne sia di magro a seconda dei vostri gusti.

Mentre i tortellini cuociono, in un padellino mettete del burro (non lesinate, fa ingrassare ma se ne usate poco non rende) e fatelo sciogliere a fuoco lento. Appena sciolto mettete qualche foglia di salvia. Tre o quattro per due porzioni bastano. Fate soffriggere per un paio di minuti e quindi versate il burro fuso sui tortellini. Se volete potete aggiungere al soffritto un po’ di pancetta o di speck a dadini.

Involtini di carne.

Prendete delle fettine di carne (la fesa va benissimo, ma potete usare anche altro, magari del maiale o del petto di pollo), stendetela e metteteci sopra una fetta di pancetta. Ponete un paio di foglie di salvia, avvolgete il tutto fino a formare un rotolo e chiudete infilzando l’involtino con uno stuzzicadenti. Se volete passate gli involtini nella farina bianca prima di cuocerli, si formerà un bell’intingolo.

Preparati gli involtini scaldate dell’olio extravergine di oliva (o del burro se preferite) in una padella larga possibilmente antiaderente. Quando l’olio è ben caldo mettete a cuocere gli involtini, girateli un po’ di volte finchè la superficie è dorata e sfumate quindi con del vino bianco. In alternativa potete usare della birra che dà un sapore più delicato e potete anche aggiungere un po’ di latte.

Salvia fritta.

Un ottimo piatto da usare come stuzzichino o come antipasto è la salvia fritta.

Per farla servono un po’ di ingredienti: 75 gr di farina, 100 gr di latte, 30 gr di burro, 1 albume, sale e ovviamente foglie di salvia.

Montate l’albume e fate fondere il burro quindi mischiate la farina al burro fuso e al latte e aggiungete l’albume montato salando leggermente.

Una volta preparata la pastella intingete le foglie di salvia coprendole ben bene e friggetele in abbondante olio extravergine d’oliva. Mi raccomando! L’olio deve essere già caldo prima di buttare le foglie sennò diventano mollicce e non croccanti come devono.

Per concludere segnalo l’esistenza in commercio di caramelle a base di salvia. Chi di noi non ha mai mangiato una caramella “salvia e limone”?

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: